fbpx

La partecipazione oltre il limite

Il 14 e 21 maggio La Nostra Famiglia propone un webinar per riflettere su inclusione e percorsi di cura per gli studenti con e senza disabilità.

Come favorire l’inclusione e il benessere di ragazzi con e senza disabilità? Come migliorare la condivisione di percorsi educativi e di cura?

Da queste domande è partito, più di dieci anni fa, il Progetto Ponte, un modello di integrazione scolastica nato dalla collaborazione tra i Centri di Riabilitazione di Ponte Lambro (Co) e in seguito di Bosisio Parini (Lc) con alcune scuole del territorio.

Si tratta di un progetto rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado: prevede la frequenza di alcune ore settimanali presso la scuola del territorio di appartenenza e un intenso lavoro educativo presso il Centro di Riabilitazione, con il fine di potenziare le autonomie e le abilità scolastiche di soggetti con un quadro neuropsichiatrico complesso.

Il progetto si basa su una visione olistica della persona, che la abbraccia e comprende nella sua interezza e complessità, con il fine ultimo di aiutare il ragazzo a scoprire i suoi talenti e accompagnarlo a metterli in campo per una sua piena partecipazione ai diversi contesti di vita.

Si tratta degli stessi principi richiamati anche dal Ministero dell’Istruzione, che recentemente ha emanato il nuovo piano educativo individualizzato (PEI) in cui si sottolinea come la partecipazione, in questo caso all’ambiente scuola, sia elemento fondamentale per lo sviluppo e il benessere della persona.

Ebbene, per condividere con le scuole gli obiettivi raggiunti e i traguardi futuri del Progetto Ponte, il 14 e 21 maggio dalle 18 alle 19 La Nostra Famiglia organizza il webinar “La Partecipazione oltre il limite”.

“Vogliamo sviluppare e diffondere buone prassi di integrazione fra mondo della scuola e mondo socio-sanitario e individuare modelli che favoriscano la partecipazione di ragazzi con disabilità nei diversi contesti”, spiega la psicologa della Nostra Famiglia Elena Mauri: “in questi dieci anni abbiamo visto che non può esserci reale partecipazione, e quindi effettiva inclusione, se non si percorre con ragazzi e adulti una faticosa scoperta della propria fragilità. Solo partendo dalla consapevolezza e dal riconoscimento dei limiti di ciascuno, infatti, è possibile andare incontro all’altro e condividere esperienze ovvero vivere con, partecipare alla vita”.

Intervengono agli incontri: Jacopo Boschini, Regista e Counselor;  Chiara Ranzenigo, Referente Provinciale area BES di FISM Varese; Marco Erba, Scrittore e Docente; Stefano Benzoni, Neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta – UONPIA - Fondazione IRCCS Cà Granda - Ospedale Maggiore Policlinico di Milano; Massimo Molteni, Neuropsichiatra infantile -  Responsabile Area Psicopatologia dell'età evolutiva - Associazione La Nostra Famiglia IRCCS E. Medea; Simona Anna Toffoletti, Dirigente Scolastico, ed Emanuela Gravina, Docente - Istituto comprensivo “G Puecher” di Erba (CO); Anna Turati, Docente -  Istituto comprensivo “A. Moro” di Ponte Lambro (CO).

Gli incontri sono indirizzati a docenti, dirigenti scolastici, educatori, psicologi e più in generale a chi è coinvolto o ha una sensibilità verso le tematiche proposte.

Evento gratuito. E’ stato richiesto il patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale

 Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - TEL. 031 625252

PROGRAMMA